La nuova serie civile Bticino Living Now

A metà Luglio del 2018, Bticino ha presentato la sua nuova e rivoluzionaria Serie Civile Living Now.

Rivoluzionaria perchè introduce due grandi novità, l’eliminazione del concetto di placca e la possibilità di trasformare tutti i vecchi impianti tradizionali, in veri e propri impianti domotici (o quasi).

Ecco come si presenta :

Ed ecco come appare all’utente finale :

Qui sotto un video di come la si installa :

C’è poco da dire, è stata pensata davvero bene, mentre l’estetica è solo soggettiva. Ovviamente noi installatori siamo spesso dei tecnici e concentrandoci sulle novità tecniche del prodotto, mettiamo da parte il lato estetico. Infatti ogni anno vengono immessi nel mercato nuovi prodotti in tutte le categorie ( auto, smartphone, capi d’abbigliamento, etc.), eppure dopo una lamentela iniziale sui nuovi design, alla fine tutti li comprano. Basti pensare al nuovo iPhone X con la “tacca” in cima allo schermo, tutti a lamentarsi prima di vederlo sugli scaffali e alla fine, oggi lo vedi in mano a tante persone (si fa per dire…).

La nuova placca è praticamente diventata obbligatoria per poter comandare l’impianto elettrico. In questo modo saremo un pò costretti a mettere fretta ad architetti, pittori o clienti per definire il colore delle pareti dei vari locali, in modo da poter conoscere il colore della placca e dei copri tasti da abbinare. Che ciò sia positivo o no, lo si vedrà col tempo, ma è anche vero che ad oggi noi elettricisti siamo spesso coinvolti in ristrutturazioni che ci mettono in contatto direttamente con il cliente finale, bypassando progettisti ed architetti. Ritrovandoci a volte, con clienti indecisi perfino su come arrederanno la loro nuova abitazione e quindi figuriamoci se sapranno il colore delle pareti che sceglieranno. Rallentando così, l’avanzamento dei lavori.

Ecco i principali colori disponibili:

Passiamo adesso alla parte Smart, per come la chiama Bticino, meglio conosciuta come domotica.

Vorrei cominciare a parlarne dopo avervi fatto vedere questo video che in 2 minuti vi mostra con che facilità la si programma :

Qualcuno ha notato la parola NETATMO da qualche parte ? 

Ebbene si, tutta la parte domotica proposta dalla nuova Bticino Living Now, a quanto pare è stata realizzata in collaborazione con l’azienda francese NetAtmo. La quale è nata qualche anno fa con l’introduzione di un termostato smart connesso, che viene fornito con un Internet Gateway Wi-FI in abbinato e che comunica costantemente via radio con il termostato. Ad oggi questa azienda è cresciuta e gode di una buona stabilità, tanto da aver completato la sua offerta con altri dispositivi connessi che sfruttano la tecnologia radio ZigBee, la stessa che usa la Living Now.

Essendo anch’io un possessore di un termostato NetAtmo, posso confermarvi che la procedura di configurazione tramite l’apposita app, è quasi la stessa.

Provate ad osservare l’immagine qui sotto, notate qualcosa ?

Apparentemente manca la gestione della termoregolazione !

Non è chiaro come Bticino abbia pensato di completare l’offerta Smart di Living Now per quanto riguarda i termostati integrati nella loro app HOME+CONTROL. Speriamo che aggiornino l’offerta più avanti.  Viene da chiedersi se hanno pensato di proporre il loro termostato SMARTHER che a quanto ci è dato sapere, ad oggi non si integra con il sistema smart di Living Now (altrimenti lo avrebbero scritto nel sito) e usa un’altra app dedicata stand-alone. Oppure hanno pensato di integrare la Living Now con il loro sistema domotico MyHome_UP. Ma in quel caso come  faremo con la signora Maria con l’impianto vecchio, i corrugati belli pieni che non vuole vedere ne canaline e nemmeno le tracce ?

Gli proponiamo direttamente l’impianto MyHome_UP corredato della serie civile Living Now…..!?!?

Per concludere, per quanto riguarda l’idea e l’offerta, devo ammettere che non mi dispiace, anche perché viene venduta a pari prezzo della precedente serie Bticino Living. Ovviamente come ho già scritto, il lato estetico è opinabile e soggettivo, a me piace molto provare le novità e quindi in quanto tale, devo dire che mi attira abbastanza.

Per quanto riguarda l’aspetto domotico invece, essendo ahimè un Partner KNX, spesso inquadrato come System Integrator, accetto l’integrazione con NetAtmo, accolgo a braccia aperte il supporto alle piattaforme Apple e Google per l’integrazione con gli assistenti vocali (che ad oggi sono la base), approvo con tanto di inchino la possibilità di rendere smart anche gli impianti tradizionali. Ma disapprovo il fatto che tale offerta rimanga comunque un sistema chiuso come i suoi simili e che la si possa espandere in modo immediato solo con il proprio “fratello” MyHome_UP. Altrimenti come ve ne ho già parlato in questo articolo, saremo costretti ad utilizzare i soliti Gateway per aggiungere altre funzioni sfruttando altri sistemi.

Ma ciò che mi ha lasciato principalmente deluso è che l’offerta smart non è autosufficiente, all’infuori della termoregolazione, che è comunque importante, non potremo integrare climatizzatori, antifurti e impianti Hi-Fi, senza passare per altri sistemi, che spesso a causa di problemi installativi (canaline e tracce) non si possono integrare. Piuttosto conviene realizzare direttamente l’impianto domotico utilizzando sistemi più completi, per salvaguardarsi sulle funzionalità future che il cliente potrebbe richiederci.

Una cosa importante che è giusto far presente, è che il sistema smart di Living Now si integra con la piattaforma OpenHAB e con IFTTT, questi rendono possibili varie integrazioni con altri sistemi domotici Plug&Play, salvandoli in “corner” per integrarli verso un unica piattaforma (vi parlerò di questi servizi più avanti nel blog).

Più avanti, quando avrò la possibilità di testare la nuova Bticino Living Now con mano, pubblicherò la mia recensione.

E tu cosa ne pensi della nuova Bticino Living Now ? La risposta nei commenti !